Bardolino Lago di Garda Verona

                              PARROCCHIA ss. NICOLO' E SEVERO

 

 

Bacheca

ORARI DI RICEVIMENTO:

 

ogni giovedì dalle ore 8,30 alle ore 10,30

 

Tel 045 6212203  cell 3479586112

 

PRESIDENTE: Mons. Giovanni Ottaviani

 

Rivolgersi ai Sig.ri  Renato Bonomi, Roberta Parolini,

Fernanda Santamaria, Fabrizia.

 

Referente web Renato Bonomi

RACCOLTA ALIMENTI

Alimenti consigliati:

 

Pasta - Riso - Farina - Zucchero - Fette biscottate - Pan carrè - Biscotti - Marmellata - Latte a lunga conservazione - Scatolame: Piselli, fagioli, tonno, carne, conserva / pelati - Olio - Caffè.

GLI ALIMENTI SI RACCOLGONO TUTTO L’ANNO

Chi desidera fare un’offerta può usufruire dell’apposita cassetta situata entrando in Chiesa dalla porta principale.

OPERE DI MISERICORDIA CORPORALE

Dar da mangiare agli affamati.

Dar da bere agli assetati.

Vestire gli ignudi.

Alloggiare i pellegrini.

Visitare gli infermi.

Visitare i carcerati.

Seppellire i morti.

PIU' GRANDE

E' LA CARITA'

PIU' GRANDE E' LA CARITA'

Dalla prima lettera di S. Paolo Apostolo ai Corinzi  (13,1 )

 

 

Se parlassi le lingue degli uomini e degli angeli, ma non avessi la carità, sarei come un bronzo che rimbomba o come un cimbalo che strepita. E se avessi il dono della profezia, se conoscessi tutti i misteri e avessi tutta la conoscenza, se possedessi tanta fede da trasportare le montagne, ma non avessi la carità non sarei nulla.  E se anche dessi in cibo tutti i miei beni e consegnassi il mio corpo per averne un vanto, ma non avessi la carità a nulla mi servirebbe. La carità è magnanima, benevola è la carità; non è invidiosa, non si vanta, non si gonfia di orgoglio, non manca di rispetto, non cerca il proprio interesse, non si adira, non tiene conto del male ricevuto, non gode dell'ingiustizia ma si rallegra della verità. Tutto scusa, tutto crede, tutto spera, tutto sopporta. La carità non avrà mai fine. Le profezie scompariranno, il dono delle lingue cesserà e la conoscenza svanirà. Infatti, in modo imperfetto noi conosciamo e in modo imperfetto profetizziamo. Ma quando verrà ciò che è perfetto, quello che è imperfetto scomparirà.

Quand'ero bambino, parlavo da bambino, pensavo da bambino, ragionavo da bambino.  Divenuto uomo, ho eliminato ciò che era da bambino. Adesso noi vediamo in modo confuso, come in uno specchio; allora invece vedremo faccia a faccia. Adesso conosco in modo imperfetto, ma allora conoscerò perfettamente, come anch'io sono conosciuto. Ora dunque rimangono queste tre cose: la fede, la speranza e la carità. Ma la più grande di tutte è la carità.